IO CREDO

Credo che questa sia una finanziaria iniqua.
Credo che il ceto medio, i lavoratori dipendenti ed i trentenni di oggi paghino di più rispetto ad altre categorie.
Credo che il Vaticano dovrebbe pagare l’ICI. Anche sulla chiese.
Credo che si sarebbero dovute tagliare le spese militari.
Credo che la tracciabilità dei pagamenti andasse fatta partendo da 300 euro e non da 1000.
Credo che si sarebbe dovuto fare molto di più sull’evasione fiscale.
Credo che evadere le tasse dovrebbe essere considerato un reato penale, e che chi evade dovrebbe farsi un anno di galera ogni mille euro evasi.
Credo che questa manovra che ci sta colpendo sia dovuta anche alla discutibile legge sulle baby-pensioni.
Credo che sia giusto chiedersi dove fossero i sindacati quando approvarono la legge sulle baby-pensioni, e come mai non pensarono che magari era un po’ cara da far pagare alle generazioni future.
Credo nelle generazioni future.
Credo nell’Europa.
Credo che ora ci costringono a fare dei sacrifici.
Credo che noi dovremmo costringerli a darci un futuro.
Credo che il futuro sia l’Europa e non gli stati nazione.
Credo che l’Europa del futuro debba essere democratica, federale e possibilmente socialista.
Credo che, ora, dopo i sacrifici, sia ora di lavorare per costringerli a darci il futuro di cui sopra.
Credo che il futuro di cui sopra dobbiamo inventarcelo.
Credo che dobbiamo fare in fretta, e che non dobbiamo avere paura.
Credo che sia ora di metterci in discussione.
Credo sia ora di voltare pagina.
Credo che sia ora di costruire un’alternativa nuova, credibile ed indistruttibile.
Credo che siamo noi, che dobbiamo fare un’offerta ai potenti, un’offerta che loro non siano in grado di rifiutare.

Advertisements
This entry was posted in Uncategorized and tagged , , , , , , , . Bookmark the permalink.

2 Responses to IO CREDO

  1. Risponderò con più calma dicendo ciò in cui IO credo. Ma mi auguro con tutto il cuore che ci sia il modo di scrivere presto – e soprattutto realizzare – ciò in cui NOI crediamo senza che quel plurale diventi descrizione di una visione gruppettara, settaria, minoritariamente ideologica. Quella è la sfida dell’alternativa.

    f.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s