DUEMILAUNDICI

Dunque se ne è andato anche questo 2011. Senza tante moine o piagnistei è finito il primo anno della seconda decade del secondo millennio. Mica male eh?
Direi che in questo anno passato in fretta non ci si è affatto annoiati. Innanzitutto sono diventato padre per la seconda volta, a settembre, di un bel ometto che si chiama Fabio e che mi da già tantissime soddisfazioni. Ho assistito al parto ed ho pure tagliato il cordone ombelicale alla creatura.
Qualche mese dopo, poi, mentre lo tenevo in braccio, ho assistito in diretta alle dimissioni di Berlusconi da presidente del consiglio di questo povero e malandato stivale affondato nel Mediterraneo. Poi la crisi, lo spread, il governo Monti che tutta la sinistra in coro critica in un sol colpo e sul quale tornerò a breve.
Nel 2011 mi sono perfino candidato alle provinciali di Treviso, ed ho preso la bellezza di 372 voti. Sono stato a Sarajevo, ed è stata una delle esperienze più emozionanti della mia vita.
Mia figlia Beatrice, intanto, cresce ogni giorno ed ogni giorno batte il record della bellezza più grande che ci sia, ed io non dimenticherò mai i giorni che ho passato da solo con lei mentre la Simo era al reparto maternità.
Insomma, un bel po’ di roba. Non oso pensare cosa succederà nel 2012. Ci mancherebbe altro che ricominciassi a suonare.

This entry was posted in Uncategorized and tagged , , . Bookmark the permalink.

Leave a Reply

Fill in your details below or click an icon to log in:

WordPress.com Logo

You are commenting using your WordPress.com account. Log Out /  Change )

Google photo

You are commenting using your Google account. Log Out /  Change )

Twitter picture

You are commenting using your Twitter account. Log Out /  Change )

Facebook photo

You are commenting using your Facebook account. Log Out /  Change )

Connecting to %s